mental coaching

Prova sociale trucchi di persuasione

Principio numero 4 prova sociale questo principio afferma che decidiamo ciò che è corretto in base a ciò che le altre persone pensano che sia corretto. Se molte altre persone stanno facendo qualcosa allora deve essere corretto ad esempio quando acquisti un libro o qualche altro prodotto probabilmente controlli le recensioni giusto? questo è l'esempio più semplice di prova sociale questo principio è particolarmente efficace in due condizioni. Primo quando siamo incerti ad esempio vedi un gruppo di persone che corrono verso di te per qualche motivo probabilmente ti unirai a loro invece di continuare la tua passeggiata in quella direzione no? Secondo: sì copiamo gli altri ma non copiamo semplicemente un gruppo casuale di persone, copiamo gli altri che sono simili a noi o che si trovano in situazioni simili alle nostre quindi tenete a mente queste due parole chiave incertezza e somiglianza vedrai presto quanto sono potenti e come possono aiutarti a guadagnare migliaia di euro in più nella tua attività semplicemente cambiando alcune parole.

Coerenza e Impegno trucchi di persuasione

Questo articolo è tratto dal libro Influence di Robert Cialdini. Il libro numero uno al mondo per quanto riguarda la “psicologia della persuasione” se non hai letto la prima parte leggi l'introduzione qui in questa terza  parte tratteremo la Coerenza e l'Impegno Principio numero 3 impegno e coerenza: Questo significa che di solito vogliamo essere coerenti con ciò che abbiamo fatto e detto in passato. Sfortunatamente questa tendenza umana può condurci lungo il sentiero della stupida coerenza. Ad esempio probabilmente hai sostenuto un idea ho un'opinione solo perché l'avevi sostenuta in passato, anche se non ci credi più continui comunque a difenderla perché non vuoi apparire incoerente, odiamo essere incoerenti pensa solo a come ti senti nei confronti di un amico che non mantiene mai le sue promesse e non fa mai quello che promette di fare.

Simpatia trucchi di persuasione

Questo articolo è tratto dal libro Influence di Robert Cialdini. Il libro numero uno al mondo per quanto riguarda la “psicologia della persuasione” se non hai letto la prima parte leggi l'introduzione qui in questa seconda parte tratteremo la simpatia Principio numero due simpatia: Questo principio significa semplicemente che siamo molto più propensi a dire sì a una richiesta di una persona che ci piace, oppure siamo molto più propensi ad acquistare qualcosa da una persona che ci è simpatica. Ma cosa è necessario affinché una persona piaccia ad un'altra, beh ci sono tre fattori importanti: Uno ci piacciono le persone che sono simili a noi Due ci piacciono le persone che ci fanno i complimenti. Tre ci piacciono le persone che collaborano con noi. Cominciamo con la somiglianza ci piacciono le persone che sono simili a noi che hanno hobby simili, gusti musicali simili, il carattere simile eccetera. Ad esempio in un esperimento di negoziazione i ricercatori hanno chiesto a due gruppi di persone di negoziare e raggiungere un accordo. Nel primo gruppo alle persone è stato detto “il tempo è denaro quindi inizia subito la negoziazione”, mentre al secondo gruppo prima della negoziazione è stato chiesto di trascorrere un po di tempo insieme e di trovare le somiglianze che le accomunano.

Reciprocità: trucchi di persuasione

Oggi parliamo di un libro si chiama Influence di Robert Cialdini. È il libro numero uno al mondo per quanto riguarda la “psicologia della persuasione” l'autore è il padre della persuasione etica. Se attualmente stai lottando per la tua attività o il tuo lavoro e stai cercando modi per migliorare leggi questo libro, penso troverai alcuni preziosi consigli che ti aiuteranno molto. In questo articolo che suddividerò in parti riassumerò quattro lezioni chiave e cercare di capire come applicarle eticamente, sia che tu debba persuadere un cliente, un partner d'affari, il tuo capo o i tuoi genitori questi principi ti aiuteranno, prima di tutto con la reciprocità. Principio numero uno reciprocità: se qualcuno ti offre il pranzo ti senti obbligato a offrirgli pranzo a tua volta, se qualcuno ti aiuta anche tu hai voglia di aiutare, se qualcuno ti compra un regalo per il compleanno hai voglia di fare lo stesso, giusto?

Vita piena e ricca di emozioni positive

Molte persone si sentono smarrite un po perse in particolare in questo periodo, in questo momento storico. In effetti è diventato veramente difficile capire che ruolo avere nel mondo e che vita a fare per, nonostante tutto, avere un po di felicità, un po di soddisfazione, un po di tranquillità verrebbe quasi da dire.Da sempre trovare il proprio senso di scopo, un senso di significato, una sorta di missione nella vita è una caratteristica dell'essere umano ed è una delle caratteristiche che ci può rendere felice la lezione di Viktor Frankl, famoso neuropsichiatra, ci parla proprio di questo, ci parla dell'importanza del senso di significato per vivere una vita che sia piena e che sia ricca di emozioni positive.

Cambiare, Cosa faro da grande

Non sei sicuro di che strada prendere nella vita o magari sei arrivato a metà del tuo cammino e sentì l'esigenza di cambiare. Ti voglio descrivere tre strategie utili per capire che cosa volevo fare veramente nella vita per continuare a cambiare ed evolversi anche avendo superato i 50 anni. Effettivamente capire che cosa si vuole fare nella vita non è per niente facile, facciamo fatica in due situazioni differenti, quando ci troviamo con le spalle al muro e non abbiamo molte vie d'uscita, non abbiamo tante opzioni per scegliere e anche quando invece abbiamo troppe opzioni davanti.

Soffrire, chiudere una relazione

Perché non riesci a chiudere una relazione che ti fa soffrire? Esistono relazioni che evidentemente fanno soffrire le due persone coinvolte. Le persone sanno o perlomeno una delle due persone sa, che la relazione andrebbe chiusa, che non sta funzionando, che c'è sofferenza, dolore, attrito. Che non porta quel piacere, quell'appagamento che una relazione dovrebbe portare, però continua a investirci tempo, emozioni, e quindi continua in realtà a soffrirci. È logico che capire perché questo accade ci rende finalmente in grado di liberarci dal dolore che la relazione in effetti ci sta provocando.

Essenzialista essere o non essere

Come già detto queste considerazioni prendono spunto dal libro “Dritto al sodo” di Greg McKeown. Lezione numero quattro, ridurre i danni. Quando decidono se continuare un'attività che non ha avuto successo i non essenzialisti pensano, ho già perso troppo, devo riuscirci! gli essenzialisti invece pensano, cosa potrei fare con il tempo o i soldi che risparmierei se smettessi ora? Prima rinunci a qualcosa che non funziona meno danni subirai. Dovresti insistere e sforzarti se credi che questa sia la cosa giusta da fare ma a volte insistiamo sulle cose perché siamo troppo testardi per ammettere che ci sbagliavamo. Se questo è il tuo caso ignora le cose che hai perso e prendi una rapida decisione per lasciarle andare, focalizzarti troppo su ciò che hai perso spesso ti porta a prendere decisioni sbagliate.

Essenziale come dirimersi fra mille cose

Oggi proveremo a prendere spunto dal libro “Dritto al sodo” di Greg McKeown, il motivo per cui lo faremo è perché penso possa essere utile in diversi ambiti della vita. Può aiutarci a gestire un'azienda, ma può anche aiutarci nelle relazioni personali e anche in cose più semplici come l'organizzazione della casa e della vita finanziaria. C'è sicuramente qualcosa di utile in questo libro per tutti e credo che alcune delle lezioni che presenta abbiano il potere di cambiare la vita. Oggi parlerò di sette lezioni tratte da questo libro che credo siano preziose e che sarebbe utile usare nella propria vita personale.

Neuroni perché mantenerli in salute

Tanti potrebbero pensare che le cose più preziose che abbiamo sono la famiglia, sono la casa, sono magari anche oggetti più materiali, le macchine, eccetera, eccetera,... ma la cosa più preziosa che abbiamo sono in realtà i nostri neuroni, perché senza quei neuroni tutto il resto non riesci proprio nemmeno a godertelo.