Cosa fare se scoppia una guerra mondiale in Europa?

Cosa fare se scoppia una guerra mondiale in Europa?

4 Soluzioni su cui iniziare a pensare.

Stiamo vivendo una guerra a 360 gradi è una guerra che bene o male direttamente o indirettamente pagheremo, tutti anzi stiamo già pagando tutti, la paga chi sta rischiando la vita in questo momento, ma la paghiamo indirettamente in maniera molto lontana dalle bombe anche noi, nel prezzo della benzina e nel prezzo dell'aumento delle materie prime e tante tante situazioni.

Ora è vero che dopo le sanzioni annunciate la settimana scorsa e attuate in questi giorni contro la Russia la russa inizia a ballare un po.

Detto ciò ci sono stati un po di situazioni particolari la borsa russa è andata in black out verrebbe da dire chiusa per un paio di giorni, il rublo, la valuta russa, è crollata insomma ci sono diverse aziende russe che sono sprofondate.

Solo per darvi qualche numero un colosso alimentare che si chiama Magnit è crollato dell’80%, la banca Sberbank è crollata del 75 per cento il colosso petrolifero Lukoil è sceso del 62 per cento e poi in russia hanno chiuso battenti Ikea, Nike, Disney, Volkswagen, Toyota, Ford e Shell la lista insomma è molto lunga insomma.

Tutti i rischi della Russia li stiamo vedendo e l'Italia? cioè i rischi per l'Italia non ne parliamo?

Ovviamente non se ne parla è invece sarebbe meglio se iniziamo a parlarne perché, sapete, prima la pandemia e le restrizioni e adesso la guerra, poi magari qualcos'altro.

Ma iniziamo parlare un po di soluzioni diciamo "borderline" in attesa di capire cosa accadrà all'economia alla finanza russa iniziamo a capire che cosa accade a noi alla nostra vita al nostro lavoro ai nostri immobili alle nostre proprietà ai nostri soldi poi vedremo cosa accadrà in Russia.

Risulta che il 16 marzo scadranno delle cedole su cui la Russia dovrà pagare gli interessi sul debito pari a 100 milioni di dollari e il 4 aprile altri che deve andare a pagare.

Considerate che è la Russia avrebbe attualmente 640 miliardi di riserve che sono più che sufficienti per coprire 490 miliardi di esposizioni verso l'estero ma il problema è che buona parte di queste riserve sono state congelate.

Come sapete loro dicono di avere la soluzione, vediamo, ma il punto per noi è l'Italia.

Sentite qua: “Le sanzioni contro l'
Europa hanno più probabilità di mettere in ginocchio molti paesi europei che la Russia stessa

A dirlo è stato Alessandro Orsini docente di sociologia della Luiss e direttore dell'osservatorio sicurezza internazionale, intervistato se non erro su Milano Finanza dice:

"Una seria crisi energetica potrebbe avere la capacità di minare la coesione sociale e politica delle nostre società, l'Europa ha litigato per i migranti i litigi per spostarsi le scorte di gas sarebbero ben più seri.”

Quindi il ragionamento che possiamo fare sulla crisi energetica sono due paroline molto semplici ma le conseguenze nella vita lavorativa professionale personale di ognuno di noi sono veramente imprevedibili, perché le opzioni sono tante ma aggiunge:

Roma in caso di shock recessivo o default russo dovrebbe sostenere molti campioni nazionali profondamente esposti verso mosca, i big energetici tipo Eni, Snam, diverse banche tipo Intesa, Unicredit”

Oltretutto molti grandi pesci non vedono l'ora di “ciucciarsi” molti grandi gruppi industriali come Pirelli, Marcegaglia, solo per fare alcuni esempi lo stato quindi dovrebbe sostenere questi campioni nazionali.

Ora capite che in una circostanza del genere noi su cosa dobbiamo concentrarci?

Bene innanzitutto sulle scorte alimentari, solo per fare un esempio.

Si parla su tutti i giornali che la russia e l'ucraina insieme rappresentano il granaio d'Europa, quindi fare scorte non è una cosa stupida.

Dove mettere i soldi è un altro punto da attenzionare, anche adesso vi elenco quelle che secondo me sono le quattro sfere, solo per fare degli esempi, di dove mettere i soldi.

Non si intende solo dal un punto di vista, cosa può accadere a Unicredit, Intesa, uno sceglie la banca più sicura è sta più tranquillo, il punto sostanziale è, cosa accade all'euro?

Cioè non è che l'euro possa perdere il 30% del suo valore dalla mattina alla sera qualora l'Europa dovesse entrare una guerra mondiale.

Stiamo facendo un'ipotesi strampalata, stiamo fantasticando?

Beh direi proprio di no visto che i fenomeni dei giornali e giornaloni, quelli finanziari di alto livello dicono: Unicredit è una banca sicura, ottimi risultati dell'anno scorso, con i soldi stampati dalla BCE ottimi risultati ottimi i profitti e cedole staccate.

Bene, la settimana scorsa Unicredit ha perso giusto un 40% del suo valore di mercato oggi sta rimbalzando di un 9% fatto sta che insomma ha preso una bella botta e ancora non è successo il peggio.

Morale quindi se vogliamo concentrarci sulle soluzioni dal mio punto di vista dopo che abbiamo preso coscienza della situazione reale allora dobbiamo ipotizzare il peggio e correre ai ripari.

Capisco che l'ipotesi che si stanno facendo in quest’articolo siano inverosimili, però dopo che abbiamo passato i due anni che dovreste ricordare bene (anche se gli italiani dimenticano molto velocemente) le ipotesi e le soluzioni che illustreremo oggi potranno sembrare troppo radicali, fate voi, crediamo comunque di rappresentare i timori di tante persone.

Vediamo quindi le sfere di incidenza attualmente ne indico quattro:

  1. Il mio lavoro: cioè quali sono le conseguenze dirette e indirette di una eventuale guerra sul mio lavoro?

  2. Questo lavoro quanto mi vincolata se dovessero succedere cose che noi non immaginiamo e non ci auguriamo?

  3. Quanto ci vincolano gli immobili le proprietà? che proprietà ho quanti soldi ho? Il ragionamento ripeto non è solo; fallisce una banca, il ragionamento è che: svalutano i miei soldi in banca e quindi come posso trovare un'alternativa, magari detenere un po di soldi in valute estere?

  4. La vita, la propria vita, perché insomma sei li che corri tutti i giorni non ci si sta capendo un cazzo da due anni e mezzo, ma se ti sei soffermato a pensare almeno una volta in questi due anni e mezzo a riflettere e dire: eh ma la mia vita è una cosa come la mettiamo? cosa facciamo?

Continua...

Cosa fare se scoppia una guerra mondiale in Europa?

Cosa fare se scoppia una guerra mondiale in Europa?