Possiamo definire il Mental Coach come un allenatore della mente. Segnatamente contribuisce a trovare le capacità interiori, che non sono ancora affiorate e che, potranno aitarci a raggiungere gli obiettivi desiderati.

I Mental Coach sono esperti nel campo della psicologia dello sport e della performance. In altre parole sono professionisti che comprendono come il processo decisionale, le credenze, le immagini e i sentimenti influenzano e sono influenzati dagli atti di prestazione.

Le ricerche scientifiche riguardo il Mental Coaching, rivelano anche che la competenza psicologica è associata a una maggiore soddisfazione delle prestazioni e al benessere mentale.

Questa constatazione implica che le abilità psicologiche sono importanti per consentire di superare i confini personali. In tal modo si possono gestire i periodi bui di stanchezza fisica e frustrazione mentale nella ricerca dell’eccellenza personale.

Difficoltà come superarle

Tutti noi incontriamo dei momenti di difficoltà, dei momenti di crisi nella nostra vita. Certo alcuni più di altri ma credo che non esistono vite prive di questi passaggi alcuni ne escono più forti di prima, alcuni invece non ne escono proprio e credo che una cosa su cui è assolutamente indispensabile lavorare quando si affronta una difficoltà è l'auto dialogo. Quello che ci diciamo nella nostra testa definisce in realtà le modalità con cui interagiamo con la realtà esterna, con gli altri e anche con le difficoltà ed è chiaro che se iniziamo a dirci davanti alla difficoltà, o meglio, iniziamo a dare spazio nella nostra testa, al dubbio, al non ce la farò all'andrà tutto a rotoli, al non sono in grado, non sono capace.

Cambiare, Cosa faro da grande

Non sei sicuro di che strada prendere nella vita o magari sei arrivato a metà del tuo cammino e sentì l'esigenza di cambiare. Ti voglio descrivere tre strategie utili per capire che cosa volevo fare veramente nella vita per continuare a cambiare ed evolversi anche avendo superato i 50 anni. Effettivamente capire che cosa si vuole fare nella vita non è per niente facile, facciamo fatica in due situazioni differenti, quando ci troviamo con le spalle al muro e non abbiamo molte vie d'uscita, non abbiamo tante opzioni per scegliere e anche quando invece abbiamo troppe opzioni davanti.

Soffrire, chiudere una relazione

Perché non riesci a chiudere una relazione che ti fa soffrire? Esistono relazioni che evidentemente fanno soffrire le due persone coinvolte. Le persone sanno o perlomeno una delle due persone sa, che la relazione andrebbe chiusa, che non sta funzionando, che c'è sofferenza, dolore, attrito. Che non porta quel piacere, quell'appagamento che una relazione dovrebbe portare, però continua a investirci tempo, emozioni, e quindi continua in realtà a soffrirci. È logico che capire perché questo accade ci rende finalmente in grado di liberarci dal dolore che la relazione in effetti ci sta provocando.

Essenzialista essere o non essere

Come già detto queste considerazioni prendono spunto dal libro “Dritto al sodo” di Greg McKeown. Lezione numero quattro, ridurre i danni. Quando decidono se continuare un'attività che non ha avuto successo i non essenzialisti pensano, ho già perso troppo, devo riuscirci! gli essenzialisti invece pensano, cosa potrei fare con il tempo o i soldi che risparmierei se smettessi ora? Prima rinunci a qualcosa che non funziona meno danni subirai. Dovresti insistere e sforzarti se credi che questa sia la cosa giusta da fare ma a volte insistiamo sulle cose perché siamo troppo testardi per ammettere che ci sbagliavamo. Se questo è il tuo caso ignora le cose che hai perso e prendi una rapida decisione per lasciarle andare, focalizzarti troppo su ciò che hai perso spesso ti porta a prendere decisioni sbagliate.

Essenziale come dirimersi fra mille cose

Oggi proveremo a prendere spunto dal libro “Dritto al sodo” di Greg McKeown, il motivo per cui lo faremo è perché penso possa essere utile in diversi ambiti della vita. Può aiutarci a gestire un'azienda, ma può anche aiutarci nelle relazioni personali e anche in cose più semplici come l'organizzazione della casa e della vita finanziaria. C'è sicuramente qualcosa di utile in questo libro per tutti e credo che alcune delle lezioni che presenta abbiano il potere di cambiare la vita. Oggi parlerò di sette lezioni tratte da questo libro che credo siano preziose e che sarebbe utile usare nella propria vita personale.

La resistenza ti impedisce di crescere

Se lavorassi nel settore bancario da oltre 15 anni avendo raggiunto l’apice della tua carriera con uno stipendio piuttosto alto, un'auto aziendale e altri benefit, lasceresti questo lavoro per fare cose con un impatto più profondo rispetto al lavoro precedente, con un livello molto più alto incertezza è un pacchetto retributivo decisamente minore? C’è chi lo ha fatto e tutti hanno pensato che fosse diventato pazzo. Questo è successo dopo aver letto il libro “La guerra dell'arte” di Steven Pressfield, questa lettura gli ha cambiato la vita e gli ha finalmente dato il coraggio che cercava da tanto per superare la resistenza che gli impediva di crescere e migliorarsi.

Neuroni perché mantenerli in salute

Tanti potrebbero pensare che le cose più preziose che abbiamo sono la famiglia, sono la casa, sono magari anche oggetti più materiali, le macchine, eccetera, eccetera,... ma la cosa più preziosa che abbiamo sono in realtà i nostri neuroni, perché senza quei neuroni tutto il resto non riesci proprio nemmeno a godertelo.

Non fare la vittima gioca le tue carte

Tendi a fare la vittima, beh non sei solo, è una tendenza estremamente diffusa che però si porta dietro delle conseguenze importanti la più importante forse è quella che che tiene fermo, ti tiene in stallo diventi ancora una volta vittima di una sorta di profezia che si autoavvera.

Il vittimismo è sicuramente una brutta trappola, ci caschiamo spesso e ci cascano in molti e c'è un motivo abbastanza logico, tutti possiamo trovare delle valide ragioni per sentirci delle vittime.

Crescita personale ottenerla in cinque step

Sono fatto così, non riesco a cambiare, magari potessi essere diverso! Quante volte hai sentito dire cose di questo genere oppure lei hai dette tu.

Ti voglio dire una cosa sono tutte balle.

Si impara con gli anni che è possibile fare dei percorsi di crescita personale, su se stessi e anche su altre persone. Nello specifico si possono identificare cinque punti per provare a immettersi in un poercorso di crescita personale che sicuramente porterà a migliorarsi.

Relazione salutare o meno, tre sintomi

Le relazioni sono la principale fonte di piacere quando funzionano e sono la principale sorgente di dolore e dispiacere quando non funzionano. Non c'è ombra di dubbio che noi abbiamo bisogno delle relazioni per essere felici. Non stiamo dicendo che se uno è solo non può essere felice ma sicuramente il grado di felicità che raggiunge è meno completo rispetto a chi si sente di condividere la sua esistenza con amici, partner, famiglia, insomma con quelle relazioni che sono fondamentali nella nostra esistenza.